RACCOMANDAZIONI PER L’USO

Grazie, per cominciare, a tutti coloro che partecipano attivamente a questo blog. Ma voglio ricordare qualche buona regola di netiquette:

a) sintesi: è certo che gli interventi troppo lunghi non vengono letti, quindi sono sprecati

b) discrezione: è impossibile avere un’opinione davvero interessante su qualunque argomento, quindi non è davvero il caso di intervenire esibizionisticamente su tutto. L’attenzione degli altri merita rispetto.

c) apertura: il blog è accessibile a tutti, perciò è preferibile evitare ogni autoreferenzialità tipo: sono d’accordo con quello che diceva Caio il 15 aprile  in risposta all’intervento di Sempronia il 12 marzo…

Si tratta di dire con semplicità quello che si pensa, se si ritiene degno di nota, più brevemente e chiaramente possibile.

Buona giornata a tutti.

Annunci

5 Risposte

  1. No comment :-)

  2. Ho letto le sue regole di netiquette (cos’è?); abito in campagna e ho abbastanza vicino un bar; le sere d’estate si ritrovano a parlare persone, per lo più anziane. Parlano sempre le stesse anche se gli argomenti non sono granchè interessanti, ascoltati a distanza. Blog e forum c’entrano poco. Dev’essere il nostro essere. A volte mi fanno più pensare quelli (al bar) che stanno in silenzioso ascolto. Chi sa come li giudicano.
    Saluti

  3. Questioni complesse non possono essere liquidate in 4 righe. A meno che non si propongano argomenti banali e in forma di questionario a risposta chiusa (sì/no, vero/falso). Un blog non dovrebbe essere anche un luogo di discussione? Come si fa se non ci si dice “condivido/non condivido”? Spero di essere stata sintetica, discreta e non particolarmente autoreferenziale. ;-)

  4. Anch’io sarò discreto e sintetico e, quindi, dico che sono d’accordo con quello che dice silvia cristina negri ieri alle 12:22 in risposta all’intervento di Marina del 2 luglio…:-)

  5. Per la precisione.

    Quella che segue è la netiquette approvata dalla Registration Authority Italiana.

    Etica e norme di buon uso dei servizi di rete:

    Fra gli utenti dei servizi telematici di rete si sono sviluppati nel corso del tempo una serie di “tradizioni” e di “principi di buon comportamento” (galateo) che vanno collettivamente sotto il nome di “netiquette”.
    Ecco un breve sunto dei principi fondamentali della “netiquette”, a cui tutti sono (sarebbero) tenuti ad adeguarsi.

    1. Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distribuzione via posta elettronica, è bene leggere i messaggi che vi circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi in giro per il mondo: in tale modo ci si rende conto dell’argomento e del metodo con cui lo si tratta in tale comunità.
    2. Se si manda un messaggio, è bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema.
    3. Non usare i caratteri tutti in maiuscolo nel titolo o nel testo dei tuoi messaggi, nella rete questo comportamento equivale ad “urlare” ed è altamente disdicevole.
    4. Non divagare rispetto all’argomento del newsgroup o della lista di distribuzione; anche se talvolta questo comportamento è accettato o almeno tollerato aggiungendo il tag [OT] (cioè Off Topic che significa “fuori argomento”) nell’oggetto del proprio messaggio.
    5. Se si risponde ad un messaggio, evidenziare i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistematicamente l’intero messaggio originale.
    6. Non condurre “guerre di opinione” sulla rete a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe personali, è meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interessati.
    7. Non pubblicare mai, senza l’esplicito permesso dell’autore, il contenuto di messaggi di posta elettronica o privati.
    8. Non pubblicare messaggi stupidi o che semplicemente prendono le parti dell’uno o dell’altro fra i contendenti in una discussione.
    9. Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano stati sollecitati in modo esplicito.
    10. Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali. Chi scrive, è comunque tenuto a migliorare il proprio linguaggio in modo da risultare comprensibile alla collettività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: