SOTTO LA PELLE, NIENTE

Leggo, e vedo in un reportage fotografico alquanto spietato, che Jennifer Lopez non “passa” la prova costume. E’ in Italia, ospite sulla barca dei suoi amici Dolce & Gabbana. Pallida, cellulite sulle cosce, il famoso sedere che non sembra più lui ma quello di una qualunque sposa latina. Anche il costume non è granché. La foto ingrassa, ma non si può dire che J Lo sia snella.

Per quello che ne so la ragazza non dev’essere lontana dalla quarantina, ha partorito da qualche mese un paio di gemelli e verosimilmente li attacca al seno. In tempi non lontani l’opimo splendore di una donna che allattava era la bellezza femminile al suo trionfo. Oggi non c’è niente di più antiestetico di una mamma. A meno che -vedi Victoria Beckham, sempre più magra dopo ogni parto- le sue ossa non tornino a liberarsi in fretta di ogni residuo di carne. Sotto la pelle niente, salvo due enormi protesi esteticamente corrette al posto dell’odiosa ghiandola mammaria.

Annunci

5 Risposte

  1. Rispondo, chiamato in causa, per fatto personale (la signora Netiquette, in Sarkozy, mi perdonerà…), sul post precedente, totlo da Marina in un nano(eddai…)secondo.

    Marina interviene sul mio post concludendo: … sono lieta che anche lui abbia una fiducia, anche se non posso davvero dire di condividerla.

    Per dire la verità io non ho nessunissima fiducia.
    Infatti concludevo dicendo: … il comunismo non l’avremo. La barbarie l’abbiamo. E, purtroppo, peggiorerà.
    Alla faccia della fiducia…

    Convengo, implicitamente, sul fatto che ho tratto io in inganno Marina con l’incipit del mio post: … la soluzione c’è.

    Avrei dovuto, infatti, scrivere: … la soluzione teorica ci sarebbe: il comunismo.

    Ah, il condizionale…

  2. io penso che la bellezza della donna stia proprio nel suo essere madre, nell’avere i seni gonfi di natura, la pelle liscia e non caduca per i digiuni, il sorriso di chi sa di essere bella perchè amata…è questo il vero specchio per ogni donna…l’amore, j.lo compresa

  3. Il blog è morto, il blog è morto.
    Il blog è morto, il blog è morto.
    Non canterà più coccodì e coccodà,
    non canterà più coccodì e coccodà.
    E co e co e co e coccodì e coccodà!
    E co e co e co e coccodì e coccodà!

    Le blog est mort, le blog est mort.
    Le blog est mort, le blog est mort.
    Il ne chanterà plus coccodì e coccodà,
    Il il ne chanterà plus coccodì e coccodà.
    E co e co e co e coccodì e coccodà!
    E co e co e co e coccodì e coccodà!

    The blog is dead, the blog is dead.
    The blog is dead, the blog is dead.
    He will never sing coccodì e coccodà,
    he will never sing coccodì e coccodà.
    E co e co e co e coccodì e coccodà!
    E co e co e co e coccodì e coccodà!

  4. Scusami, Marina, non volevo.
    Mi sono fatto prendere la mano dal vento “guzzantiano” (la sabina, intendo…).
    Scusami ancora, e in bocca al lupo per il blog.

  5. Ho visto le foto, lei ed il marito; la cosa che mi ha colpito è che sembrano davvero innamorati.
    La bellezza è uno stato d’animo, e per averla non contano liposuzioni e lifting.
    I corpi perfetti sono solo quelli del fotoritocco; ma le vite perfette nessuno ancora può ritoccarle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: