IN VITRO

“E’ partita l’epurazione. e chissà se vedremo mai questo post…… Comunque l’intento è stato raggiunto, abbiamo perso il buon Mariani (chi l’ha visto????), gli interventi si sono ridotti in lunghezza e frequenza, le femminucce sono aumentate, i maschietti evaporano, va bene così”.

Il commento che vi riproduco è una dimostrazione “in vitro” del sentimento che evidentemente domina il maschio contemporaneo: quello di essere espulso,  epurato (niente meno), evaporato dalle donne. Che paranoia!

Si tratta semplicemente di restare a tema, evitando di scrivere inutili e noiose paginate. Non credo che un uomo si senta uomo solo se invade tutto lo spazio disponibile, cambiando l’argomento proposto e parlando degli affari suoi. Non mi pare così difficile.

Annunci

5 Risposte

  1. (mi scuso dell’errore di invio) dicevo: che ho partecipato a questo blog volentieri e volentieri continuerei. Ma non capisco questa ostilità. Io dico a tutti e a tutte: ciascuno affermi quello che pensa senza inibizioni; qui nessuno fa processi, ma ognuno dice la sua. E inoltre, penso che non bisogna confondere sintesi con brevità. Sintesi è coerenza di un’espressione critica. Se il tema è ampio, ad es. come quello introdotto dallo psicoanalista e dalla Muraro, si può essere sintetici per appropriatezza di considerazioni, ma non si può essere “brevi”. Infatti, si sarà notato che su quell’interessante argomento non ci sono stati messaggi ulteriori. Perché nessuno ne ha discusso? E’ stato un peccato abbandonarlo così.
    Insomma, qui nessuno è paranoico, né vuole occupare tutto il campo, né fare il gioco dei “maschi” contro le “femmine”. Io non vi sono abituato e non lo so fare. So discutere e discuto da sempre con le donne e vi ho trovato sempre grande interesse, senza che loro si sentissero inibite ( perché poi?). Faccio dunque una mozione: parliamo con animo aperto e retto fra persone adulte e senza schieramenti che non hanno senso e che talora mi riportano veramente un sapore liceale. Se ad es. una singora dice che questo mondo è fatto dagli uomini e io non sono d’accordo e spiego il mio dissenso, lei non deve pensare a un attentato all’integrità femminile. Né io penserò mai a un assalto alla mia virilità perché lei non consente con me. A me piace anche il gioco; e per questo, esorto tutti a prendersi meno sul serio. Questa è veramente una forma di esercizio spirituale e di coraggio: mettersi in gioco nelle idee, nei sentimenti, nel confronto, nello scambio. Del resto se ho partecipato a questo sito, l’ho fatto perché è interessante, proprio nella varietà degli apporti. La saluto cordialmente.

  2. Sono stato “lungo” per necessità di cose. Loro vorranno accordarmi indulgenza.

  3. Gentile Signora, continuamo a non capirci. Non ci deve essere per forza una dietrologia psicoanalitica nel minimo atto che si compia. Il “buon” Mariani non “s’è perso” perché essendo “maschio” ( ma qualche volta “uomo” e “donna” è meglio sennò sembra di stare in un allevamento) è affetto da paranoia, ma perché ha constatato l’impossibilità talora di discutere. Se io non sono d’accordo con un’idea ne discuto nel merito, magari con eccesso di analisi “noiosa”, ma ne discuto; e i partecipanti me ne possono dare atto. Ma non mi sono mai sognato di dire che il tale solo perché non ne condivido le argomentazioni parla e scrive troppo forte, non lo fa in maniera “piana”, esercita ars retorica e non osserva la sintesi che sarebbe anche un’esercizio di spiritualità. Niente meno. Io sono abbastanza pugnace e tutt’altro che paranoico. Verrebbe da dire piuttosto che la paranoia è ravvisabile in chi fa queste osservazioni asserendo di sentirsi inibito e poi non portando uno straccio di contributo nel merito. Io sono abituato a parlare con uomini e donne da sempre, ma non mi sono mai trovato davanti a tanti perocessi alle intenzioni con costante elusione dei temi. A me piace discutere e per questa ragione ho volentieri partecipato a q

  4. La confusione “meccanica” di trasmissione continua. L’ultimo messaggio è il primo. Vorranno leggerlo in questo ordine. Cari saluti a tutti.

  5. Speriamo allora di restare a tema con argomenti pertinenti e con brevità espressiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: